Struttura Statale

Il Senato

Il Senato Caelynita detiene il potere nel Sacro Principato del Caelynryck. Si compone delle Magistrature Superiori, delle Magistrature Inferiori e di senatori eletti tra le diverse caste della società Siry con cadenza decennale. Le prerogative Senatoriali ed i poteri del senato sono i seguenti:

1) Varare nuove Leggi (che devono essere poi approvate dal Guardasigilli incaricato di controllare l’aderenza delle nuove leggi al Codice Jerrecaneo)

2) Dichiarare Guerra (con una maggioranza di almeno i 2/3 dei Senatori o delle Camere).

3) Ratificare trattati Diplomatici.

4) Aumentare o tagliare tasse.

5) Eleggere determinati magistrati.

I Membri del Senato

1)L’ Araldo di Jeddah

2)Un membro per ogni casata di Aerones/Grandi Aerones

3)Ogni Grande Magistrato

4)Ogni Magistrato Inferiore

5)Un membro per ogni famiglia di Conti Spadati

6)Un membro per ogni famiglia di Margravi Togati

7)2 Burgravi per Ducato scelti dai Togati di ogni Ducato attraverso elezione diretta.

8)2 Baroni per Ducato scelti dagli Spadati di ogni Ducato attraverso elezione diretta.

9)1 Cavaliere per Ducato scelto dagli Spadati di ogni Ducato attraverso elezione diretta.

10)5 “Gonfalonieri del Popolo” scelti dai Liberi di ogni Ducato attraverso elezione diretta. Cinque Gonfalonieri per Ducato.

Magistrature Superiori

Le Magistrature superiori hanno carattere vitalizio e possono essere ottenute solo da membri di famiglie appartenenti alla casta dei Grandi Aerones (le tre famiglie più importanti del Caelynryck, ad eccezione della carica di Principe di Caelyn che spetta per diritto all'Araldo). Chi riveste il potere delle Magistrature Superiori de facto regna su Caelyn e si trova a gestire automaticamente e senza opposizioni ampie parti della faccenda pubblica.

Le Magistrature superiori sono tre: il Principe di Caelyn, l’Imperatore e il Talassocrate. Questo sistema di dominio tripartito viene chiamato Triarchia Caelynita. In caso uno dei Grandi Magistrati sia impossibilitato temporaneamente a conseguire il proprio compito, egli ha facoltà di designare un sostituto temporaneo affinché svolga i propri compiti.

Il Principe di Caelyn (titolo riservato ESCLUSIVAMENTE all'Araldo di Jeddah) è de iure il regnante di Caelyn e condivide il potere con il Senato. E' lui a proporre nomi per le altre Grandi Magistrature ed a conferire l'investitura. Il Principe di Caelyn funge da rappresentante dello stato, ha diritto di veto sulla ratifica di trattati con potenze straniere per motivi Dottrinali ed è l'autorità che conferma le leggi e dà legittimità alle altre magistrature o pone divieto di elezione di taluni magistrati per motivi Dottrinali.

L'Imperatore, è il comandante militare delle Legioni Imperiali e de facto comandante in capo di tutte le forze militari di terra del Caelynryck. Gestisce gli aspetti della difesa ed autorizza in caso eventuali misure di tassazione straordinaria per evenienze belliche. In particolare dispone della possibilità una volta all’anno di esigere una tassa straordinaria per ragioni militari.

Il Talassocrate, il signore dei Mari, si occupa di gestire la difesa dei mari del Caelynryck, l'amministrazione della flotta da guerra conosciuta con il nome di Classis Invicta ed ha facoltà di imporre Dazi per ciò che concerne il commercio navale. Il Talassocrate ha, inoltre, il potere di veto sulla ratifica di determinati trattati commerciali ed internazionali qualora ritenuti svantaggiosi per Caelyn.

Magistrature Inferiori

Le Magistrature inferiori sono magistrature che si occupano di gestire interamente l'apparato burocratico del Caelynryck. La maggior parte di esse sono scelte direttamente dai Triarchi, altre conferite dal Senato ed altre ancora ereditarie per consuetudine. Non vengono considerati Magistrature ruoli di organico di forze militari e di "normale" amministrazione non politica dello stato.

Le Magistrature inferiori sono:

Guardasigilli del Senato, rivestito esclusivamente dal Timostrato dell'Ordine dei Giudici (scelto direttamente dall'Araldo), si occupa di convalidare gli atti del Senato e di guidare il sistema giudiziario Caelynita. È suo compito presiedere l’assemblea dei Giudici che valuta l’ortodossia con il Codice Jerrecaneo delle Leggi proposte dal Senato. La carica di Guardasigilli del Senato è vitalizia.

Console di Prypet: colui incaricato di amministrare la Metropoli di Prypet. Per consuetudine tale titolo è riservato al Lettore della Chiesa assegnato a tale città. La carica di Console di Prypet è vitalizia.

Console di Lysengard: colui incaricato di amministrare la Metropoli di Lysengard. Titolo riservato per ereditarietà ai membri della famiglia Ducale della Marca Hermete. La carica di Console di Lysengard è vitalizia.

Siniscalco della Marca: comandante in capo delle forze Spadate presenti all’interno della Marca Hermete. Eletto dal Senato, carica riservata esclusivamente ad uno Spadato.

Gran Cubicolario Senatorio: responsabile della gestione delle attività Senatorie. Sceglie le modalità di voto e la distribuzione degli impegni senatori. Eletto dal Senato.

Edile Senatorio: eletto dal Senato, si occupa dell’amministrazione urbana e coordina i catasti di tutto il Caelynryck.

Grande Elemosiniere Senatorio: ufficiale addetto all’amministrazione finanziaria ed alla riscossione delle tasse statali. Eletto dal Senato.

Salvo le magistrature vitalizie, ogni magistratura inferiore ha una durata di 10 anni prima di venir rieletta.

Modalità di voto

Il Senato di Caelyn riunisce i propri Senatori in sei Camere: Camera dei Principi (Riservata ai Grandi Aerones), Camera degli Aerones (riservata agli Aerones), Camera dei Togati, Camera degli Spadati, Camera dei Liberi.

Ogni sessione del Senato può prevedere una delle due seguenti modalità di voto: per testa (sommando i voti di ogni Senatore) o per camera (confrontando i risultati tra le camere). È il Gran Cubicolare Senatorio a decidere le modalità di voto per ogni sessione.

Salvo i Senatori di Diritto (con il diritto di voto connesso ad eventuali titoli ed uffici rivestiti), ogni 10 anni nel Caelynryck Spadati, Togati e Liberi vengono richiamati alla urne per scegliere i propri rappresentanti (Burgravi nel caso dei Togati, Baroni e Cavalieri per gli Spadati, Gonfalonieri per i Liberi).

Durante i voti per testa, qualora un Senatore si trovasse in Senato ricoprendo più cariche, può votare tante volte quanto le cariche rivestite consentano (Esempio: l’Araldo di Jeddah può votare in quanto Araldo, in quanto Grande Aerones e in quanto Principe di Caelyn).

Struttura Statale

Forze Militari

Legioni Imperiali

Le legioni imperiali di Caelyn svolgono il ruolo di forza armata nazionale del Sacro Principato del Caelynryck, costituendone la principale forza da combattimento. A differenza di altre tipologie di forze localistiche (come i così detti Vessilli, ovvero truppe feudali), l’equipaggiamento e l’addestramento delle legioni è totalmente pagato dallo stato, senza ingerenza ufficiale da parte di enti privati. La dove i Vessilli e le forze Ausiliarie si occupano principalmente di fornire una riserva d’uomini e armati finalizzati alla difesa dei confini, il compito delle Legioni è quello di guidare direttamente gli sforzi bellici in conflitti con altri stati, fungendo quindi da fiore all’occhiello delle armate disponibili nel Principato del Caelynryck.

Struttura Gerarchica

Le attività delle Legioni Siry sono supervisionate dall’organismo noto come Officio Imperiale, un dipartimento del Senato gestito dal Grande Magistrato noto come Imperatore (eletto direttamente dal Principe di Caelyn). L’Imperatore ha il compito di guidare in battaglia le Legioni Caelynite, di supervisionarne l’addestramento, l’equipaggiamento e la collaborazione con le altre forze militari a disposizione della Repubblica del Caelynryck. Nel suo lavoro di gestire le forze legionarie, l’Imperatore è affiancato dai membri dell’Officio Imperiale direttamente scelti dalla sua persona. Una parte dei membri dell’Officio è composta dagli ufficiali superiori delle altre forze armate: il Gran Maestro del Sole Fulvo (a capo delle forze armate dipendenti della Chiesa di Jeddah), il Siniscalco della Marca (Magistrato Inferiore del Senato, anche se la sua presenza è facoltativa), ed i Magistri di Legione ovvero i comandanti in capo di ogni singola Legione Imperiale.

Sotto l’Officio Imperiale i Magistri di Legione comandano a loro volta i propri sottoposti tramite la Schola Strategica (Schola termine Antico Siry per “dipartimento”), organo che si occupa della gestione strategica delle attività Legionarie, quali l’avanzamento in una campagna o l’organizzazione delle attività in fase stazionaria. La Schola Strategica è formata dal Magistro di Legione e dai restanti tre Magistri Vessilliferi a capo dei vari Stendardi in cui è divisa la legione. Ad ogni Magistro viene affidato un ulteriore titolo quali: Magistro Pedestre, Magistro Equestre e Logista Massimo. Ogni titolo corrisponde a mansioni strategiche e amministrative alle quali l’ufficiale deve dedicarsi per tutelare e supervisionare il mantenimento della Legione.

Il Magistro Pedestre, come indicato dal nome, si occupa della gestione e dell’addestramento dei fanti della Legione. E’ lui che si occupa di assicurarsi che le mansioni strategiche di quest’ultimi siano adempiute nel migliore dei modi e che ogni unità sia preparata e pronta ad affrontare il combattimento. A livello Strategico, il Magistro Pedestre si occupa di quelle azioni che richiedono il controllo del territorio e il recupero di foraggiamento.

Il Magistro Equestre si occupa invece della gestione delle forze di cavalleria e delle stalle in uso alla legione. Strategicamente i suoi compiti sono quelli di garantire l’efficienza delle attività di avanscoperta, raccolta informazioni e compiere incursioni contro eventuali obbiettivi nemici prima di giungere allo scontro vero e proprio.

Il Logista Massimo ha il compito di gestire e controllare le truppe di artiglieria in supporto alla legione. Oltre a questi compiti è al Logista Massimo che solitamente spetta il compito di occuparsi delle infrastrutture ausiliarie della Legione, quale le scorte di vettovagliamenti e l’edificazione di campi di marcia e posizioni difensive.

Sotto ogni Magistro si trovano infine i Pentarchi/Triarchi, ovvero i comandanti diretti dei vari reggimenti che compongono la legione. Idealmente, ogni Stendardo (che è composto da tre pentarchie di fanti, una pentarchia di artiglieri e due triarchie di cavalieri) è capace di operare autonomamente, ragione per cui, in caso sia richiesto dalle evenienze, ogni Pentarca è in grado di replicare in scala ridotta i compiti affidati nella gestione della Legione ai Magistri. Normalmente però, il compito dei Pentarchi e Triarchi è semplicemente quello di guidare le proprie unità in battaglia e coadiuvare gli ufficiali superiori nello svolgimento delle mansioni necessarie per portare avanti la Legione.

I Pentarchi e i Triarchi formano la base degli ufficiali della Legione e solitamente l’ingresso tra i loro ranghi è riservato ai soli Spadati (se un Libero viene nominato Pentarca, automaticamente riceve la titolatura di Cavaliere e Spadato dal Senato di Caelyn). Sotto gli ufficiali troviamo le figure dei “Tenoi” (letteralmente, coloro che “reggono le fila”), in numero di venti per ogni triarchia e pentarchia. Il compito dei Tenoi è solitamente quello riservato ai sottufficiali: sono infatti loro a occuparsi dei compiti di polizia militare e di tenere sotto controllo i semplici legionari.

Organico

A causa del loro scopo prevalentemente offensivo e mobile, le Legioni Siry ospitano al loro interno un numero di effettivi di gran lunga minore rispetto a quello degli eserciti di altre nazioni del Continente Orientale, al fine di permettere alle forze del Caelynryck di potersi muovere con maggiore velocità e flessibilità nell’affrontare le minacce. Solitamente le Legioni vengono impiegate in gruppi di due o tre per volta, in maniera tale da aumentare il numero dei soldati prima di uno scontro senza dovere ridurre la propria flessibilità.

Ogni Legione è composta da circa 10.000 uomini facenti parte delle varie specialità (fanteria, cavalleria e artiglieria). Per garantire la massima flessibilità la Legione è a sua volta divisa in quattro sezioni variabili note con il nome di Stendardi, ognuno dei quali posto sotto il comando di un Magistro Vessillifero o del Magistro di Legione. Recentemente per venire incontro ai mutamenti manifestatisi nell’arte militare del Bannoch, i Vessilli hanno perso la propria connotazione statica per assumere un assetto mobile. Solitamente gli effettivi di un Vessillo vengono stabiliti dalla Schola Strategica della Legione poco prima di uno scontro o durante una campagna militare, e solitamente tendono a raggruppare al proprio interno Pentarchie e Triarchie del medesimo tipo (Cavalleria, Fanteria, Artiglieria). Uno degli assetti da battaglia più comuni delle Legioni Imperiali è quello di schierare uno Stendardo di Fanteria, due di Cavalleria (spesso distinti in cavalleria leggera e pesante) ed uno di artiglieria e retroguardia.

L’unità tattica di base di ogni Legione è costituita dai singoli reggimenti mono arma noti con il nome di Pentarchie (per la fanteria) e Triarchie (per la cavalleria) poste sotto il comando di un ufficiale noto con il nome di Pentarca/Triarca. Ognuno di queste suddivisioni è a propria volta ripartita in unità più piccole composte da venti Legionari, note con il nome di File, ognuna delle quali guidata da un sottufficiale di carriera noto come Tenoi. Magistri, Pentarchi e Triarchi solitamente sono protetti in battaglia dai membri più valorosi della propria unità riuniti nel raggruppamento noto con il nome di Prima Fila.

Vessilli Marchigeni

La dove le Legioni formano il principale esercito offensivo e la modernità raggiunta dalla Repubblica del Caelynryck, i Vessilli Marchigeni rappresentano invece l’ultimo rimasuglio delle precedenti forze feudali alle quali era delegato il compito di difendere la nazione. Compito dei Vessilli Marchigeni (letteralmente Vessilli/Seguito dei signori della Marca) oggi è quello di difendere il Principato dalle minacce esterne, dando così modo alle Legioni di poter operare in territorio straniero al pieno del proprio potenziale, non dovendo delegare parte dei propri effettivi alla difesa di Caelyn. A differenza delle Legioni, i Vessilli non hanno una struttura centralizzata ma si basano particolarmente sui legami personali che legano i vari comandanti tra di loro, dove spesso la componente politica è essenziale quando quella militare. L’intero corpo ufficiali dei Vessilli Marchigeni è riservato alla Casta degli Spadati.

Struttura Gerarchica

Come ogni forza armata del Caelynryck, i Vessilli Marchigeni rispondono direttamente all’autorità del Magistrato noto come Siniscalco della Marca ed indirettamente agli ordini dell’Officio Imperiale del Senato. Al vertice della struttura gerarchica dei Vessilli troviamo lo stesso Siniscalco della Marca, che ha il potere di richiamare in servizio i vari signori del Caelynryck e le proprie truppe feudali, coordinando quindi le attività di queste con le Legioni Imperiali ma rimanendo comunque subordinato all’autorità dell’Imperatore. Il Principato del Caelynryck è suddiviso in due grandi raggruppamenti territoriali militari: la Gran Marca o Marca Hermete (corrispondente al confine con il defunto Regno dell’Hermetryck ) e la Domestizia (corrispondente alle regioni interne del Principato). Il Siniscalco della Marca in tempo di pace si occupa solitamente di gestire ed amministrare le forze militari presenti nella marca, mentre il compito di gestire i seguiti bellici dei nobili degli altri Ducati del Caelynryck è affidato a degli ufficiali di nomina locale (solitamente tra i conti della regione o comunque da spadati scelti personalmente dal Duca locale) noti come Connestabili Ducali.

In caso di conflitto militare il Siniscalco della Marca ha la possibilità di richiamare in servizio i vari Vessilli da guerra di tutta la nobiltà del Caelynryck anche se l’autorità di stabilire la portata della leva, il numero di armati e rifornimenti da fornire all’impresa viene lasciata alla discrezione dei singoli Connestabili Ducali. Il comando sul campo di battaglia di queste forze feudali è lasciato esclusivamente all’autorità del Siniscalco della Marca, anche se il comando effettivo e generale delle operazioni rimane prerogativa dell’Imperatore, mentre il comando locale dei singoli Vessilli Ducali viene invece ceduto ai Connestabili.

Organico

Essendo un agglomerato di forze feudali, i Vessilli Marchigeni non hanno un vero e proprio organico stabile e centralizzato come le Legioni ma variano a seconda della disponibilità dei nobili che ne fanno parte e dall’impegno profuso dai Connestabili nell’armamento di forze militari.

La creazione delle Legioni di Caelyn ha messo in crisi la precedente struttura militare Caelynita, basata principalmente sulle clientele armate di nobili e corporazioni, rendendo de facto i Vessilli Marchigeni gli ultimi residui dell’antica tradizione cavalleresca del Caelynryck.

Forze Militari

Forze Navali

Classis Invicta

La Classis Invicta (la Flotta Invincibile in alto Siryco) è la temuta marina militare del Sacro Principato del Caelynryck. Finanziata direttamente dalle casse del Principato essa viene ritenuta la più temibile e potente flotta da guerra dell’intero Continente Orientale, capace di proiettare le proprie possibilità d’azione dai gelidi mari del nord sino ai tropicali arcipelaghi Shuleki nel lontano meridione.

Al vertice della Classis Invicta troviamo il Talassocrate di Caelyn, che oltre a gestire il commercio e la politica monetaria del Principato ha responsabilità di guidare in battaglia, mantenere efficiente e gestire le attività della Classis Invicta.

La base operativa della flotta si trova presso il porto di Caelyn che ne ospita l’arsenale principale e il Palazzo delle Onde, fortezza insulare ove si riunisce lo stato maggiore della Classis e dove la maggior parte dei vascelli trascorre la maggior parte del proprio tempo alla fonda. Nonostante Caelyn sia il punto di ancoraggio d’eccellenza di questa temibile flotta da guerra, ogni città costiera del Principato è tenuta a tenere sempre libere determinate darsene e a preparare rifornimenti per garantire immediato appoggio e riparo ai vascelli della Classis Invicta.

Come detto in precedenza, il Talassocrate è il comandante in capo dell’intera marina militare Siry ma solo raramente essa si trova ad uscire dal porto di Caelyn al gran completo. Nella maggioranza dei casi, costituiti da operazioni di scorta a determinati convogli commerciali o regolari azioni di pattuglia, le navi della Classis Invicta si riuniscono in raggruppamenti più piccoli noti con il nome di “Stormi” (nome dovuto alla gran libertà d’azione della flotta, capace di “volare” da un punto all’altro del Continente). Uno stormo è un’unità costituita da un numero di navi che oscilla dalle tre (in caso di Galeazze) a sei (in caso di Galee) comandato direttamente da un ufficiale noto con il nome di Navarca. Può capitare in caso di pericoli maggiori che sia richiesto l’intervento simultaneo di due o più Stormi, ed in tal caso il comando di tale raggruppamento viene affidato temporaneamente ad uno dei Navarchi degli stormi costituenti l’unità, che per tutta la durata delle operazioni assumerà il titolo di Primo Navarca.

Solitamente in tempo di pace i compiti di routine sono affidate a singole navi comandate direttamente da un Capitano e gestite da un equipaggio di Marinai. La grande tradizione marinaresca Caelynita vuole che i propri ufficiali di marina siano contraddistinti da una grandissima capacità di iniziativa personale, mentre i marinai devono essere in grado autonomamente di agire come ciurma, fanti di marina e perfetti artiglieri.

In caso di necessità, il Talassocrate può richiedere i servizi di qualsivoglia tipo di vascello (militare, commerciale, privato o ecclesiastico) presente entro le acque territoriali del Principato del Caelynryck o in possesso di un suddito dello stesso, ed inquadrarlo temporaneamente all’interno dell’organico della Classis Invicta.

Forze Navali